colori

Buongiorno a tutti! Ci ritroviamo in classe, in  una giornata di primavera un po' fredda e piovosa.... ma pronti e attrezzati comunque per uscire un po' al Parco e scoprire cosa è cambiato in questi mesi! Oggi non sono da sola, con me c'è Marta, a cui raccontiamo le scoperte e le raccolte della scorsa volta.

Avevamo cacciato colori, li avevamo catturrati con i pastelli a cera, avevamo colorato con la natura, avevamo raccolto semi....

Il grande seme che vi avevo lasciato oggi è abbellito dai vostri disegni, e all'interno...

...i sogni per quando sarete grandi: capotreni, calciatori, attrici, maestre... con l'aiuto di Marta li leggiamo tutti!

Dopo esserci salutati con le maestre avete continuato il discorso dei colori, lavorando tanto sui colori primari. Una filastrocca ci racconta di un mago... noi ne avevamo conosciuti tre un po' pasticcioni, lui invece fa tuto da solo!

Siccome un po' di pioggia non ci spaventa, partiamo verso il Parco, con stivali e cappucci, perché immaginiamo che la primavera abbia portato nuovi colori e dobbiamo verificarlo.

C'è tantissimo verde! e i fiori nei prati e sugli alberi. Gli uccelli cantano più forte e oggi ci accompagnano.
Il verde che osserviamo non è tutto uguale, ci sono foglie di un verde più chiaro, e più sono piccole e appena spuntate più lo è.

E ci sono alberi su cui ancora ci sono le gemme chiuse!

Oggi avremo il permesso speciale di raccogliere qualche fiore anche dal prato e dagli alberi, con attenzione però, perché tutti i fiori poi diventeranno frutti e semi ed alla pianta servono.

Si parte! Alla maestra Cinzia daremo tutto il bianco che troveremo, alla maestra Mara il resto dei colori.

Si corre verso gli arbusti con i fiori gialli, lilla, bianchi...

Il prato regala anche qualcosa di diverso dai fiori!

E possiamo anche fermarci a guardare tutte le sfumature diverse degli alberi.

Per finire, prima di rientrare, andiamo a conoscere un albero bellissimo dai mille fiori bianchi che decidiamo di non cogliere: diventeranno ciliegie!

"Magari è l'albero di bandiera!" dice qualcuno... magari sì! E ci avviciniamo per scoprire se sul suo tronco ci sono le formiche amiche di Bandiera e...è proprio vero!

Soddisfatti della nostra raccolta torniamo in classe...

Abbiamo un compito ora: riempire due dischi di cartone che abbiamo portato con noi. Uno tutto colorato:

E uno solo con il bianco... o quasi!

Mentre incolliamo due o tre per volta osservaimo anche i colori trovati: rosa, viola, verde, marrone, giallo... diversi bianchi.

Ci accorgiamo di aver raccolto anche "il prima" e "il dopo" di un fiore. Uno lo chiamate dente di leone, l'altro soffione, ma sono lo stesso fiore che poi fa i semi che volano con il vento.

Ed ecco il risultato: sembrano due bouquet di fiori da sposa!

Siete molto soddisfatti! E non pensavate che ci fosse così tanto bianco nel Parco oggi!

Prima di salutarci vi mostro un cerchio colorato con tanti spicchi: se proviamo a girarlo velocemente cosa succede? Si mescolano! Spariscono! I bordi diventano bianchi!

Come nella storia dei Tre Maghi... e allora cos'era successo? "Il mondo girava troppo veloce!"...bisogna trovare il modo di fermarlo..... magari stando calmi e in silenzio...anche se ora avete molta fame ed è un po' difficile!

Impariamo anche un'altra cosa... che se i colori dell'arcobaleno mescolandosi diventano bianchi...forse prima dell'arcobaleno che vediamo in cielo c'è qualcosa di bianco: la luce del sole! Ragioniamo su quando succede: quuando piove, oppure ogni tanto se il sole passa attraverso un vetro, o dal cristallo di una compagna. Sono tutti materiali trasparenti, e la luce attraversandoli si divide! Per ora è una magia bellissima!

Ci salutiamo così: buona primavera e buona caccia all'arcobaleno! All'anno prossimo!