Stampa

È giunto il momento del nostro quinto incontro con la 1b della scuola Manzoni di Bresso.
Ci incontriamo ai piedi della passerella di via Ornato e subito iniziamo il nostro lavoro!

Le volte scorse abbiamo percorso le vie d'acqua artificiali, oggi invece seguiremo l'unica via d'acqua naturale ... il fiume Seveso!
Anche se nel corso del tempo il suo ultimo tratto è stato modificato dall'opera dell'uomo.

Il Seveso nasce a Cavallasca, in provincia di Como, vicino ai confini con la Svizzera. Il primo tratto del fiume, nelle prealpi comasche, scorre in un ambiente naturale, ben conservato, ma progressivamente i numerosi scarichi di depuratori civili ed industriali hanno peggiorato, e peggiorano tutt'ora, la qualità delle sue acque.
Il Seveso non si può definire un fiume pulito, infatti nelle sue acque non c'è vita!

Per seguire al meglio il percorso del fiume, vi forniamo una mappa divisa in quattro fogli.
Ne osserviamo i particolari e poi riuniamo i 4 pezzi del puzzle ...

 

Lungo il tragitto dovrete appuntare sulla mappa tutto ciò che osservate di particolare.

Subito osserviamo il punto in cui il Seveso "sparisce"...ma in che senso sparisce? Significa che inizia un percorso sotterraneo nei quartieri di Bresso e Milano fino a confluire nel Canale Martesana.

Quindi ci avviamo ... in mezzo a erba alta e un po' di rovi ...
Il paesaggio in alcuni punti è quasi bello ...

Osserviamo anche il passaggio di uno, forse due, martin pescatore ...
Una gallinella d'acqua ... e alcuni alberi caduti. E' questo, di fatto, il destino degli alberi che si trovano lungo l'alveo del fiume ... la corrente passa e "mangia" la terra che si trova tra le radici degli alberi ... per cui, prima o poi, mancherà il sostegno necessario.

Ossserviamo anche alcuni grossi tubi che un tempo - in alcuni casi anche ora - scaricavano reflui maleodoranti, nel Seveso.
Giungiamo al depuratore - che sarebbe meglio chiamare sgrigliatore, in quanto semplicemente impedisce il passaggio di grossi oggetti galleggianti portati dalle piene che potrebbero portare grossi guai al Seveso sottoterra a Milano, provocando piene improvvise ed allagamenti.

Osserviamo la struttura del depuratore e ne comprendiamo il funzionamento.

C'è anche un airone in attesa di una improbabile preda ...

Osserviamo un po' di anatre ... solamente maschi ...!

Oggi è un giorno "fortunato" in quanto a puzze ... ne sentiamo un po' ovunque. Ma questo è il luogo privilegiato per i cattivi odori - oramai quasi fossili, sedimentati nel cemento delle tubature sottostanti.

Arriviamo poco alla volta al termine del nostro cammino ... qui c'è l'unico punto in cui si possa prelevare un campione di acqua senza problemi ...

Il ph è tra i valori di 6 e 7 ...

La temperatura è pari a 11 gradi.

Siamo alla fine della nostra giornata, e del nostro lungo percorso di quest'anno.
Abbiamo fatto osservazioni e considerazioni, abbiamo appreso una serie di nozioni ... alla fine direi che dobbiamo e possiamo ora essere più consapevoli dell'importanza dell'opera dell'uomo in natura (sia positiva che negativa). E di che cosa ci potrebbe aspettare nel futuro neanche tanto lontano ... Facciamo in modo che il futuro sia migliore possibiule!
Ciao a tutti!

contentmap_plugin

Visite: 213