Stampa

Il cielo è coperto e qui al Parco Nord si respira aria d'autunno. Anche oggi io e Marta attraversiamo i lunghi viali alberati del Parco per dirigerci verso l'ospedale Bassini.

Insieme alla maestra Lucia troviamo Giada e Corinne già impegnate in un'attività artistica...

Disponiamo sul tavolo delle immagini che raffigurano alcuni animali. Il compito delle ragazze sarà quello di individuare la fauna AUTOCTONA, quindi gli animali tipici del territorio e che possiamo trovare al Parco, la fauna ALLOCTONA, ossia animali che si trovano al Parco Nord anche se in realtà non è il loro luogo di origine ed infine individuare gli animali "intrusi".

Il gioco ha inizio e le ragazze si rivelano molto esperte della fauna del Parco...

Per esempio, passeggiando nei boschi del Parco...

...si possono incontrare il riccio, la volpe, lo scoiattolo rosso (autoctono) e grigio (alloctono), mentre non potremmo imbatterci in un cinghiale, in un istrice o capriolo. Fra i rami volano la civetta, il picchio verde dal caratteristico richiamo che sembra una risata, e alcuni pappagallini verdi fuggiti o liberati dalle loro gabbie.

Nei prati con l'erba alta vivono molte specie di farfalle, come il macaone, l'icaro e l'ilia, ma non le specie tropicali come la morfo blu. Inoltre, è molto facile osservare la presenza di numerose cornacchie, corvidi neri e grigi aventi elevate capacità di adattamento.

Se ci avviciniamo ai corsi d'acqua...

bassini2

...è possibile incontrare i gamberi della Luisiana (Procambrus clarkii), ovviamente alloctoni, ma non il gambero di fiume nostrano (Austropotamobius pallipes), che ha molto sofferto la competizione della nuova specie ed è diventato estremamente raro da avvistare. Inoltre, soprattutto in primavera è possibile sentir cantare le rane verdi, senza dimenticare poi il rospo comune e il rospo smeraldino, che è anche l'animale-simbolo del Parco Nord.

Infine nei pressi dei laghetti del Parco Nord...

Bassini

... si trovano molte specie di uccelli acquatici, come la gallinella, i germani e un solo cigno che vive sul lago di Niguarda. Le tartarughe che si scaldano a pelo d'acqua sono tutte alloctone. Queste tartarughe dalle orecchie rosse o gialle (Trachemys scripta) sono state liberate nel corso degli anni dai loro propietari e hanno creato tutta una serie di problemi agli equilibri ecologici. 

Alla fine del gioco raduniamo tutte le foto con gli animali che è possibile avvistare al Parco Nord...

Come vedete, anche se il Parco è immerso in un contesto molto antropizzato, è a tutti gli effetti un angolo di natura dove molti animali hanno trovato condizioni idonee per vivere e riprodursi. Per questo motivo, quando passeggiamo nel Parco, dobbiamo sempre tenere a mente che questo è un luogo da salvaguardare, tutelare e rispettare!

Speriamo che vi siate divertite! E tanti auguri a Corinne che oggi viene dimessa!

Alla prossima!

Un saluto dal Parco Nord!

 

Visite: 310